Nuove scoperte: una nanostruttura 3D per migliorare l’efficienza della cella fotovoltaica

Un miglior rapporto costo-efficacia delle tecnologie fotovoltaiche è la chiave di volta per la diffusione su larga scala di celle e pannelli fotovoltaici in grado di produrre energia pulita. Le celle fotovoltaiche convenzionali attualmente in circolazione sono in grado di fornire una buona efficienza ma non sono valide per la diffusione su larga scala a causa dei costi relativamente elevati. D'altra parte, i film sottili semiconduttori inorganici e organici sfruttati come celle fotovoltaiche utilizzano materiali certo a basso costo di fabbricazione ma, purtroppo, le loro prestazioni su larga scala sono scarse.

I materiali nanostrutturati sono a basso costo e hanno di solito natura cristallina pertanto, sono candidati promettenti per conseguire il rapporto costo-efficacia ottimale per divenire celle  e pannelli fotovoltaici. Inoltre, le nanostrutture ordinate hanno dimostrato interessanti proprietà ottiche ed elettriche che favoriscono l'assorbimento di fotoni a banda larga. Questo suggerisce un concreto percorso delle nanostrutture verso i dispositivi fotovoltaici di prossima generazione ad alto rendimento.

Le attuali tecnologie fotovoltaiche sono ancora lontane dal raggiungere la necessaria combinazione tra elevata efficienza e basso costo tale da consentire la competitività economica e l'adozione diffusa. I recenti progressi nelle matrici nanopillar portano ad un migliore rapporto costo-efficacia nel settore fotovoltaico e hanno grosse chance per rappresentare il futuro prossimo del settore.