Solare Fotovoltaico alla riscossa

L'amministrazione americana guidata da Barack Obama è pronta ad avviare un imponente programma per sviluppare fonti energetiche rinnovabili con la speranza di creare come indotto centinaia di migliaia di posti di lavoro, limitare congiuntamente l'inquinamento e favorire l’uscita dalla crisi.

Il programma potrebbe comprendere contributi per la salvaguardia ambientale, incentivando la popolazione ad isolare le case e gli edifici correttamente, guidando auto meno inquinanti che hanno meno bisogno di prodotti derivati dal petrolio, usando la doccia a basso flusso e lampadine ad alta efficienza: ridurre l'uso dell'energia, dopo tutto, è il modo più economico per ridurre le emissioni di anidride carbonica.

Sarà inoltre importante incoraggiare l'uso di energia solare per la produzione di acqua calda: si tratta di sistemi ben sviluppati e relativamente a bassa tecnologia per sfruttare il sole risparmiando parecchio sulla bolletta.
Produrre acqua calda tramite pannelli solari non è un sistema molto sviluppato in Italia pur avendo, il Bel Paese, tutte le caratteristiche per divenire leader in Europa del settore. E’ invece ben conosciuta la produzione di elettricità utilizzando pannelli solari a celle fotovoltaiche per raccogliere l'energia. Pochi pannelli solari possono, in piena luce del sole, fornire circa 4,5 Kilowatt di calore cioè il calore sufficiente per scaldare circa il 50% - 80% dell'acqua utilizzata da una famiglia di quattro persone.
Il costo per installare un tale sistema, compresi pannelli, un serbatoio d'acqua, tubazioni, una pompa e l'elettronica di controllo è di solito inferiore ai 3.000 Euro. In confronto, un sistema fotovoltaico in grado di produrre 4,5 Kilowatt, in pieno sole, che richiede 11 pannelli, ha costi che si aggirano intorno ai 20.000 Euro. I pannelli solari per la produzione di acqua calda sono poi piu’ efficienti rispetto ai sistemi fotovoltaici quando lavorano in ombra parziale. Inoltre sono più semplici da installare.